venerdì 2 ottobre 2015

#42.

Aggiorno velocemente dal cellulare, ma non so cosa ne verrà fuori, non mi piace l'applicazione di Blogger per Android.

Ieri mi ha scritto la psicologa. Stavo per uscire di casa, per andare al lavoro, quando noto sul cellulare un messaggio da parte sua. "Ciao Babi, come stai?". Ci siamo mandate qualche messaggio, lei vuole aiutarmi, che sia sentendoci o vedendoci chissà quando, ma io onestamente non so cosa dirle. Se andassi nel suo studio credo resterei zitta quasi tutto il tempo. Oltre al fatto che è difficile, lei è a Bergamo, io a Milano, e con il mio lavoro non posso spostarmi come e quando mi pare. Ad ogni modo, è stata carina.

Oggi mi sento abbastanza indolenzita e debole. Quando avrò terminato il lavoro starò da sola. Simone torna a Bergamo questa mattina e io lo raggiungerò domani pomeriggio, quindi per quasi due giorni sarò sola a casa. Avrei dovuto vedere la mia amica oggi pomeriggio, ma mi ha dato buca. Quindi nulla, guarderò dei film a casa, oppure andrò in centro da sola a camminare, guarderò le vetrine, comprerò qualche libro, starò al parco a leggere. Forse ho un animo solitario. Ho bisogno di amore e attenzioni, ma allo stesso tempo amo stare con i miei pensieri, senza rendere conto a nessuno, senza sentirmi costretta a parlare, ridere od essere allegra. Se sto da sola posso esprimere la vera me, e se ho voglia di stare zitta e con il muso per mezz'ora, beh, lo faccio, senza nessuno che mi rompa l'anima con domande idiote come "cos'hai?".

Ora andrò a bermi una tazza di latte di farro tiepido con spolverata di cannella, che è l'unica cosa che sono riuscita a tener giù nella giornata di ieri. È buono e mi scalda un po'. Mi sento gelare, lo stomaco si contorce e la testa inizia a farmi male.

Vi auguro una buona giornata.

7 commenti:

  1. sei strafottente e antipatica..non so se è il dolore che ti ha resa così.
    non trattieni NIENTE mai nello stomaco e ti ritieni non grave?
    allora mi verrebbe da dire di lasciarti crogiolare nel tuo brodo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non sono qua per starti simpatica, quindi se hai solo da ridire gradirei che non mi leggessi più, o almeno non commentassi. Grazie e buona giornata.

      Elimina
  2. Fra l'una per l'altra... una nega l'evidenza, l'altra a trentordici anni è qua a pietire parole buone da ogni.singola.ragazza che ha un blog :D

    Barbara, se non vuoi l'opinione altrui privatizzalo il blog, che ti devo dire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho detto di non volere l'opinione altrui, anzi, se così non fosse non avrei nemmeno un blog. Ma un conto è dare un'opinione, un altro è giudicarmi come strafottente e antipatica. Io qua scrivo sfoghi, non mi metto a sparare sentenze sugli altri. Quest'ultima si chiama maleducazione. Non privatizzo il blog, ma bloccherò, o inventerò altro, ora vedo.

      Elimina
    2. anonimo non sai nemmeno scrivere parole di senso compiuto....io almeno non mi firmo anonimo...ho le palle...al contrario tuo che a quanto pare mi conosci meglio di me!!!che cazzo ne sai della mia età?
      una che nega di stare male va strigliata non compiaciuta

      Elimina
  3. Ciao Babi.
    Forse stare da sola questi giorni ti farà bene, goditi il silenzio e te stessa. Prenditi cura di te, un bagno caldo, musica nelle orecchie, un film dolce. Ogni tanto fanno bene queste cose, siamo animali sociali, è vero, ma a volte i soli nostri pensieri come compagnia non mi sembrano così terribili.
    Magari scrivi, lessi che ti piace molto. Scrivi e butta giù, nero su bianco, tutto questo che ti passa nella testa, anche senza logica, anche parole sconnesse. Anche su un foglio, senza renderlo pubblico. Magari ti è utile :)
    Inoltre, siccome vomitare ti fa male a livello fisico e direi che non lo usi più come "compenso" contro le abbuffate, cerca di mangiare cose che sai di poter tenere giù, latte, centrifugati, qualunque cosa, ma io, a mio modesto parere, ti sconsiglio di fare pasti "veri" per poi vomitarli. Soprattutto questi giorni che sei a casa da sola senza nessun "controllo", regolati in questo modo. Almeno qualcosina la tieni giù e in più eviti di danneggiarti, e saprai benissimo quali sono le conseguenze del vomito.
    Mi dispiace molto leggerti così, ma ci sono tante persone vicine a te, saprai trovare il modo per farti aiutare da loro, per trovare un'uscita :)
    Ti mando un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alice! Grazie, sei sempre dolce. Sì, pensò mi farà bene stare un po' da sola e tranquilla, oggi ho mangiato una piadina a pranzo ed è rimasta giù. :) Comunque per stasera vedo cosa inventarmi, starò leggera magari.
      Un bacino!

      Elimina