giovedì 10 settembre 2015

#22.

Ho voluto semplificare il mio blog, rendendolo tutto bianco. A molti potrà sembrare impersonale, ma io trovo che mi rappresenti. Ho un'anima bianca, come una tela in attesa di essere dipinta.
Ho iniziato il lavoro. I giorni di prova in piadineria sono terminati e mi hanno presa, sono piaciuta. Un'ottima notizia. Questa mattina ho anche iniziato come babysitter. Altra ottima notizia. Sì, wow, tutto molto entusiasmante.

Ieri ho trascorso una bella serata con Simone. Siamo stati sui navigli, gli ho offerto la cena, poi un gelato buonissimo. Tutto perfetto fino al momento in cui non ho mandato all'aria tutto. Abbiamo litigato, per colpa mia. Odio andare a letto arrabbiata, triste, senza nemmeno dire "buonanotte" a Simone. Quando è venuto a letto anche lui, ho fatto finta di dormire. In realtà ero sveglia, ma ho preferito fingere, perché non avrei sopportato di sentirmi dire altre orribili parole, così come non sarei riuscita a pronunciare niente senza avere un groppo in gola.
Ho pianto silenziosamente, nel buio, accoccolata sotto le coperte, cercando di farmi forza da sola. La mia mente urlava disperata, desiderosa di un abbraccio.
Abbracciami. Vieni qua con me, nel mio lato del letto, stringimi forte e sussurrami che mi ami.
Niente di tutto ciò è successo. Lui si rigirava nel letto e ogni tanto imprecava. Io rimanevo immobile, in posizione fetale, con il freddo nelle ossa, lo sconforto nell'anima e le lacrime sul cuscino.

Sono un totale disastro. Questa sera non andrò con lui alla festa a cui siamo stati invitati. Rimarrò da sola, a casa, a corrodermi lo stomaco all'idea di ciò che lui potrà fare in mezzo a tutto quell'alcol e a quelle persone. Guarderò qualche film, bevendo litri di camomilla, cercherò invano di andare a letto presto.

Sto dimagrendo, il come non importa.
Vorrei solo che nessuno mi facesse domande. Vorrei che si facessero tutti i fatti propri, senza rompere i coglioni a me. Sto dimagrendo? Bene, ma finisce lì. Le domande al riguardo mi danno fastidio. Simone mi chiede senza giri di parole "Ma hai vomitato? Ti ho sentita vomitare" quasi ogni volta che esco dal bagno dopo cena. E fa male. Fa rabbia. Ciò che faccio o non faccio, sono solo affari miei. Tanto a nessuno importa realmente come sto, quello che mi passa per la mente. E lo dico in tutta onestà, nessuno mi vuole bene fino a questo punto. Non ne faccio un dramma, presumo sia normale così.

A volte penso che vorrei tornare dalla psicologa, per fare chiarezza tra i miei pensieri. Poi mi dico che non posso, non ho i soldi, e non ho un reale motivo.
O forse sì.
No.

Sono solo le 08.49 di mattina e la mia giornata è iniziata già tre ore fa. Ho già fatto mille cose e altrettante dovrò farne da qui a sera.
Vorrei tornare a letto, a dormire. Tra le sue braccia. Tra i suoi respiri. Tra le sue carezze.
Magari domani.


4 commenti:

  1. Babi, mi spiace molto che tu stia passando un periodaccio. Sono sicura che le persone che ti sono intorno tengano a te, e a loro importa come ti senti. A Simone, nonostante le litigate, a tua mamma... sono sicura che vogliono che tu stia bene e sia serena. Sarò sincera, mi ha spaventata un po' il tuo "Sto dimagrendo, il come non importa"...davvero non importa? Pensaci. Prenditi cura di te, ti abbraccio (e scusami se ti commento spesso su Instagram, non voglio passare per una stalker psicopatica hahaha)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elisa, so di non essere sola, ma il grado di reale interesse nei miei confronti non penso sia così elevato. Va bene così, nel senso, penso sia normale, nulla di grave. Il mio attuale obiettivo primario comunque non è dimagrire, semplicemente, è ciò che sta accadendo. Non ti prendo per stalker psicopatica, anzi, mi fa davvero piacere tutto questo tuo "affetto". Un bacino.

      Elimina
  2. Vai alla festa. Chiedi al tuo ragazzo di abbracciarti, allontanarsi non serve a niente, credici, ci sono passata. Ma vai a quella festa, ti prego, mi sento solo di dirti questo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci sono andata, ma credo sia stato meglio così. Preferisco stare a casa da sola ed essere me stessa, piuttosto che trovarmi in mezzo a persone di cui non mi importa nulla, fingendo di star bene per non dover dare sciocche spiegazioni.
      Grazie comunque, davvero. Un bacio.

      Elimina