lunedì 2 febbraio 2015

#7. Qualcosa non va.

Credo di aver trascorso un bel weekend. "Credo", perché non tutto è andato perfettamente, ma comunque non c'è da lamentarsi.
Sabato sera sono uscita con la mia migliore amica. Abbiamo mangiato fuori.
Una dolcissima ragazza si è avvicinata al nostro tavolo ed è stata gentilissima: ha detto di seguirmi su Ask, su Tumblr e su questo blog e mi ha riempita di complimenti, aggiungendo che leggermi le ha dato forza in un brutto periodo che ha vissuto. Non ho potuto fare a meno di abbracciarla, così dolce e bella.
Quando poi ha raggiunto il suo gruppo di amici, io e la mia migliore amica abbiamo ordinato da bere. Sorridevo al mio Jack Daniel's e nel contempo lui bruciava il mio palato. Una specie di rapporto di amore e odio. La serata in sé mi è piaciuta, ma mancava qualcosa, non so.
Domenica mattina ho discusso con Simone. Ha riportato a galla alcune delle mie vecchie insicurezze e i dubbi pulsavano prepotentemente nella mia testa. Qualcosa non va.
Il resto della giornata l'ho trascorsa a casa di mia mamma e finalmente abbiamo trovato il nome da dare alla cocorita: Raggio di sole. L'ho fatta volare un po'. Quando vivrò da sola non terrò mai gli uccellini. Deve essere terribile vivere in gabbia, per loro. Per ora, posso solo limitarmi a lasciarla libera di volare per la stanza quando vado in quella casa.

Ora ho lo stomaco nuovamente sigillato. Non riesco a fare colazione. Ho una nausea pazzesca e pensando al cibo mi vengono i conati di vomito.
Sì, decisamente c'è ancora qualcosa che non va.

3 commenti:

  1. Mi dispiace che nonostante la bella serata tu senta comunque qualcosa che non va..dovresti parlarne con qualcuno magari con la psicologa per capire cosa ancora ti blocca e da cosa deriva questa sensazione! Sicuramente discutere col tuo ragazzo non ti ha fatto bene e capisco perché hai lo stomaco sigillato..spero che risolverai presto la cosa cara!
    Carino il nome della cocorita,però poverina mi fanno sempre un po pena gli animali in gabbia..

    RispondiElimina
  2. che tu abbia paura di essere felice?
    è come se il tuo stomaco,chiudendosi,volesse chiudere le emozioni.
    tu non vuoi vivere le emozioni.
    forse le temi.
    può essere.
    pensaci....
    il lavoro con la psicologa sarà utile...


    ti abbraccio

    RispondiElimina
  3. Nonostante non siano stati giorni brutti, nonostante tu sia uscita c'è qualcosa che non va....La tua sensazione, il tuo disagio, non mi è nuovo purtroppo... capisco il tuo meravigliarti, facendoti assalire sempre più dai dubbi, dalle domande per cerare di capire cos'è che non va...
    ...Pensavi sarebbe andata diversa quella serata a cena? Ti aspettavi qualcosa in più?
    Credevi che con il tuo ragazzo non ci sarebbe stata una discussione su determinati argomenti? Riflettici... magari ti è di aiuto parlarne con la psicologa, come hanno gia' scritto le altre.

    Forza! :)

    RispondiElimina