martedì 27 gennaio 2015

#4. Calma.

La caduta di ieri mi ha destabilizzata molto. Troppo. La psicologa mi ha scritto per sapere come stessi, neanche fossimo collegate telepaticamente. Così le ho spiegato tutto e abbiamo deciso di vederci settimana prossima. Ormai è più di un anno che non chiedevo aiuto a lei, ovvero, da quando ho sconfitto la bulimia e ho ritrovato il mio equilibrio. Ora sento che questo equilibrio è tornato ad essere precario e concordiamo sul fatto che parlarne mi farà sicuramente bene. Mia mamma è un po' preoccupata, ma sostiene pienamente la mia decisione di tornare da Francesca. Magari avrò bisogno solamente di una seduta, niente di più. E' ciò  che mi auguro.
Ormai mi sento sempre stanca, svogliata, non trovo la forza di fare nulla. La mente partorisce pensieri pericolosi e il mio stomaco gli dà corda. 
Devo fare assolutamente qualcosa.

Oggi a pranzo sono riuscita a fare un pasto decente, da mia mamma, con della pasta e fagioli, accompagnata a parte da un po' di spinaci e carciofi.
Sì, bene, e ora?
La mia mente urla, mentre io costringo il mio viso a rimanere impassibile.
I miei nervi scalpitano, mentre io costringo il mio corpo a mantenere la calma.

Calma. Calma. Calma.

8 commenti:

  1. Ciao Barbara!da oggi ti seguo..mi spiace per la tua caduta anche se non ho capito bene cosa sia successo..io con la bulimia ci sto combattendo ogni giorno posso immaginare quanto sia stato difficile ma non arrenderti mai!
    un abbraccio:*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con caduta intendo proprio problemi riguardanti il cibo. Grazie tesoro, passo da te allora, ti sostengo!
      Un abbraccio. <3

      Elimina
  2. ti fa bene parlare con la psicologa...e non preoccuparti se sarà più di una seduta...
    l'importante è che tu stia bene e che ti senta capita..
    e sapere che hai un porto sicuro non può che rassicurarti!


    ps...sei dolce dolce...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai perfettamente ragione, ti rignrazio tanto!
      Un abbraccio. <3

      Elimina
  3. Fai benissimo a parlare con la psicologa. Non può che aiutarti, soprattutto perché ti conosce da tempo.
    Perché non sfoghi tutta questa pressione in modo "sano"? Una corsa, una nuotata, una sessione in cucina a preparare di tutto ... O anche una bella passeggiata in macchina urlando e piangendo se serve ... :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho sfogato il mio malessere con l'attività fisica fino a due o tre settimane fa, quando avevo un'alimentazione sana. Per come sto (non) mangiando in questo periodo, ho troppe poche energie. Spero di riuscire a fare una bella passeggiata in questi giorni, camminare è rigenerante.
      Un abraccio. <3

      Elimina
  4. Ciao Babi. Ti seguo da molto su Ask e mi dispiace che il tuo equilibrio sia venuto un po' a mancare. Sono cose che capitano però e con la tua forza, Francesca al tuo fianco e le persone che ami riuscirai a superare anche questa.
    Purtroppo so cosa intendi quando dici che la mente partorisce pensieri pericolosi, tutto ciò che serve è, come hai detto tu, calma. Devi solo rassicurarti e riuscirai a riprendere in mano la tua vita.
    Ti auguro il meglio e volevo solo farti sapere quanto ti apprezzo.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  5. Ciao! Ti ringrazio tanto per queste parole ricche di incoraggimento. Grazie per la tua dolcezza, un forte abbraccio.

    RispondiElimina